Archiviato il 2014, il 2015 è tutto da scrivere…

Archiviato il 2014, il 2015 è tutto da scrivere…

L’Editoriale del Direttore Mao Valpiana, pubblicato sul numero di novembre-dicembre 2014 di Azione nonviolenta (Anno 51, n. 606). Buona lettura, con l’augurio di un 2015 di pace per tutti.

Care lettrici e cari lettori,
vi ringraziamo per aver scelto, anche quest’anno, di essere stati “azionisti” di Azione nonviolenta, che vive solo grazie alla volontà di chi decide di assumersi la responsabilità, abbonandosi, di renderlo strumento utile alla crescita della nonviolenza organizzata.

Il risultato del nostro lavoro, e della decisione presa lo scorso anno (per far fronte alle difficoltà economiche) di passare dal mensile al bimestrale, è sotto i vostri occhi. A noi pare di aver mantenuto fede alle promesse e alle aspettative di miglioramento. Cinque numeri densi, monografici. Il primo, contenente gli atti Congressuali, ha lanciato l’appuntamento per Arena. Il secondo ne ha riportato i contenuti, anche con un resoconto fotografico, e ha lanciato la Festa di Modena per i 50 anni del nostro giornale. Il terzo è stato interamente dedicato al tema della violenza di genere. Il quarto alla Campagna per la difesa civile, contenente anche la locandina e tutte le informazioni necessarie per farne uno strumento operativo. Il quinto, che avete tra le mani, è dedicato interamente all’educazione alla pace e alla nonviolenza.
Ogni numero ha avuto dei “responsabili” che l’hanno pensato e realizzato, avvalendosi di contributi e risorse interne ed esterne al Movimento. E’ quindi un lavoro redazionale collettivo, che si avvale dell’operato del gruppo di lavoro di Fiumicino e della direzione data dal Comitato di Coordinamento. Se questa impostazione ha dato buoni frutti lo potremo valutare solo dal numero degli abbonamenti che raccoglieremo. Se anche a te la rivista è piaciuta e la ritieni utile, sottoscrivi l’abbonamento per il 2015.

Il 2014 è stato un anno molto intenso per noi.

Abbiamo iniziato con il XXIV Congresso nazionale di Torino, che ha visto un’ampia partecipazione e ha indicato nella diffusione del lavoro dei centri del Movimento Nonviolento e dei singoli aderenti, la condizione preliminare per affrontare la grave crisi della politica e delle istituzioni che il nostro paese sta vivendo. Abbiamo poi contributo in modo determinante alla realizzazione di Arena di Pace e Disarmo che il 25 aprile ha convocato a Verona più di 15.000 persone per riaffermare che oggi “la resistenza si chiama nonviolenza” e “la liberazione si chiama disarmo”.  L’assemblea/festa di Arena ha rafforzato il lavoro congiunto delle Reti per la pace, il disarmo, la nonviolenza, il servizio civile, la cultura e la solidarietà. Poi, in estate, abbiamo festeggiato a Modena i 50 anni della nostra rivista, con una Festa che è stata anche momento di approfondimenti e confronti con i tanti ospiti che sono venuti a trovarci. Infine, grazie anche alla tessitura di relazioni costruite negli ultimi anni, abbiamo partecipato alla promozione della Campagna “Un’altra difesa è possibile” per la difesa civile, non armata e nonviolenta, che ci vede in prima fila nel lavoro di coordinamento e raccolta firme per la Legge di iniziativa popolare.

Un Congresso per discutere e decidere. Una manifestazione e una Festa per darci forza. Una campagna per presentare le nostre proposte.  E’ stato questo il nostro cammino nel 2014. Ma tutto ciò non sarebbe stato possibile senza gli strumenti del Movimento Nonviolento (le nostre sedi, le persone che vi lavorano, la rivista nelle due versioni cartacea e in rete, contributi economici di tante persone generose), senza la credibilità che abbiamo raggiunto e la capacità di relazionarci con altri compagni di strada.

Per questo insistiamo molto sull’importanza dell’abbonamento ad Azione nonviolenta e dell’iscrizione al Movimento Nonviolento, che è la nostra promessa di impegno per dare corpo alla Carta del Movimento che abbiamo sottoscritto.  Nel 2015, per affrontare degnamente tutte le aspettative che crescono nei confronti del nostro Movimento, avremo bisogno di più forza e più adesioni e abbonamenti. Rinnova subito. Con un versamento di 60,00 euro (IBAN: IT35U0760111700000018745455) sarai parte attiva del Movimento e riceverai a casa la rivista. Ne vale la pena.

Mao Valpiana
direttore

  1. […] volesse approfondire il tema dell’educazione nonviolenta suggerisco di leggere il bel numero di Azione nonviolenta, novembre-dicembre […]

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Anniversari »

Politicamente scorretto

Mao Valpiana di Mao Valpiana


Ad un mese dalla Perugia-Assisi »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


L'ora. 4 novembre 2018 »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Rinnovare la marcia Sarda della Pace »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Quanto pesano certe parole? »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »