Azione Nonviolenta: terzo giorno di festa

Azione Nonviolenta: terzo giorno di festa

Il ricordo di Alexander Langer, con Casa per la Pace e il progetto teatrale Ratto d’Europa, laa comunicazione nonviolenta come strumento di convivenza interculturale, con l’antropologa Pat Patfoort, Sara Bonacini ed Elena Buccoliero, la necessità di un comunicazione autorevole su nonviolenza, Africa e sud del mondo, ecologia.

La tavola rotonda con  Mao Valpiana, Efrem Tresoldi e Marco Fratoddi, direttori rispettivamente di Azione Nonviolenta, Nigrizia e La nuova Ecolgia, ha evidenziato da una parte il bisogno del pubblico  di avere una informazione corretta su  questi temi, strettamente interconnessi, fatta non solo di denuncia, ma anche di proposta. Le ragioni  degli  episodi di cronaca più  eclatanti  si  sommano alla necessità di  rispondere attraverso azioni, scelte quotidiane a cui l’informazione  corretta ha anche lo scopo di rimandare.

Abitare la rete, oggi significa avere spazi di confronto immediato, lasciando alla carta gli approfondimenti, e portare  la propria autorevolezza, che nasce dal  cammino compiuto,  in uno  spazio  abitato da molte persone,  alla ricerca di  informazioni su cui  fondare le  proprie scelte.

Oggi  alla festa

Alle 17 La vita è l’arte dell’incontro, laboratorio di narrazione collettiva, con Elena Buccoliero e Caterina Del Torto. Alle 18 “Aldo Capitini e Azione Nonviolenta”, con Andrea Maori, Daniele Lugli e Mao Valpiana. Dalle 16.30 Laboratori per bambini e ragazzi, alle 18.30 Laboratorio di Teatro dell’Oppresso, con Luciana Talamonti, alle 21 concerto di percussioni africane, con l’associazione Fore Fore; alle 22.30 spettacolo di danze popolari, a cura di Balliamo sul mondo.

Aperti il ristorante tradizionale e vegetariano, area ristoro con Bio Pizza e Bio Bar

Mostre: 50 anni di Azione Nonviolenta – Il sentiero della costituzione

Domani, ultimo giorno della festa

Alle 9.30 yoga neo parco, con Silvia Bianchi; dalle 16.30 Laboratori per bambini e ragazzi,; dalle ore 17 Il mandala e la pace, laboratorio con Annalisa Ippolito. Alle 17.30 Focus Libreria: “Memoria ed educazione alla pace” con Ercole Ongaro, storico, Elena Monticelli, Scuola di Pace Montesole, Marisa Burchi, Rocca di Pace Sestola, Marco Marzi, Scuola di Pace di Reggio Emilia, Vittorio Venturi, Amici della nonviolenza Modena, con Massimiliano Pilati, Forum Trentino per la pace.

Alle 18 Esito del laboratorio di Teatro  dell’Oppresso, con Luciana Talamonti

Alle19 presentazione del progetto di scuola partecipata di Fucina Buenaventura

Alle 21.30 la conclusione della festa  con lo spettacolo Segni(e) particolari, Alberto Patrucco  e Andrea Mirò cantano Brassens

Associazioni che partecipano alla festa

ArginiaMO; Amnesty International; Banca del Tempo; Rocca di pace; Casa delle donne contro la violenza; Casa per la pace di Modena (con all’interno Pax Christi e il gruppo “Studiare, studiare, studiare”); gruppo “don Lorenzo Milani”; Fucina Buenaventura; G.A.V.C.I.; Insieme in quartiere per la città; Modena incontra Jenin; Tric e trac; L.A.V.; Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie; Movimento nonviolento; associazione Palmipedoni; circolo Primo respiro; Bottega Oltremare; Overseas; Rete Lilliput; Forum modenese acqua pubblica; Legambiente; Servizio civile; Scuola amica dei bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Basta il ben fare »

Politicamente scorretto

Mao Valpiana di Mao Valpiana


Israele/Palestina »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


A chi ha finito le parole »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

Nicola Canestrini di Nicola Canestrini


Tortura di stato »