Collebeato e la Val Trompia si mobilitano per la campagna Un’altra difesa è possibile

Collebeato e la Val Trompia si mobilitano per la campagna Un’altra difesa è possibile

Sabato ventun marzo si è svolta a Collebeato, in provincia di Brescia – nella bassa Val Trompia, a due passi da uno dei maggiori distretti armieri del mondo – una importante Marcia per la Pace, dedicata quest’anno alla campagna “Un’altra difesa è possibile”.

L’amministrazione della cittadina, guidata dal sindaco Antonio Trebeschi, che aveva già deliberato l’adesione alla Campagna e promosso attivamente la raccolta di firme per la legge di iniziativa popolare per la difesa civile, non armata e nonviolenta, ha voluto coinvolgere attivamente associazioni e cittadini in una fiaccolata serale per le vie del paese, conclusa dall’intervento di Pasquale Pugliese, segretario nazionale del Movimento NonviolentoCollebeato_marciadellapace-048

La banda e le fiaccole hanno fatto da suggestiva cornice alle tappe della marcia, curate dalle associazioni locali: presso il Monumento ai caduti della prima guerra mondiale, dove sono stati ricordati i molti conflitti armati presenti nel pianeta e la contraddizione di “missioni di pace” fatte con la guerra (a cura di ARCI e GAS); presso l’albero di cachi proveniente da Nagasaki nel cortile della scuola elementare, dove è stata data testimonianza del dramma dei rifugiati (a cura di ADL a Zavidovici e da un giovane rifugiato liberiano); presso la pietra d’inciampo dedicata al giovane Enrico Brognoli, il giovane collebeatese morto nel campo di concentramento di Buchenvald (a cura di ACLI ed ACR).

Infine, gran parte dei partecipanti – tra i quali sette sindaci della Val Trompia che hanno accompagnato il sindaco di Collebeato, insieme alle centinaia di cittadini – si sono riuniti nella Sala La Serra dove sono state presentate le ragioni della campagna “Un’altra difesa è possibile”. A conclusione, i cittadini e i sindaci presenti hanno firmato per la Legge di iniziativa popolare.

Alla bella iniziativa era presente anche Adriano Moratto del Movimento Nonviolento di Brescia.

(Le suggestive immagini sono state realizzate da Antonella Iovino per Azione nonviolenta )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Partinico e Trappeto sono vicini »

Politicamente scorretto

Mao Valpiana di Mao Valpiana


RE MIDA (al contrario) »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Quanto pesano certe parole? »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


Del diritto d'insurrezione, e del dovere. »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

Nicola Canestrini di Nicola Canestrini


Tortura di stato »