Festa per i 50 anni di Azione nonviolenta

Festa per i 50 anni di Azione nonviolenta

Cultura e politica, arte e convivialità. La Festa nazionale di Azione nonviolenta, la rivista fondata dal filosofo Aldo Capitini nel 1964, che si svolgerà a Modena dal 19 al 22 giugno, trasformerà la città emiliana per quattro giorni nella capitale italiana della nonviolenza.

Da Goffredo Fofi, che fu stretto collaboratore di Aldo Capitini – che inaugurerà la Festa insieme al direttore Mao Valpiana e al Sindaco di Modena – all’antropologa Pat Patfoort, punto di riferimento della nonviolenza europea; dal lancio della “Campagna per il disarmo e la difesa civile non armata e nonviolenta”, annunciata dil 25 aprile all’Arena di pace e disarmo di Verona, al confronto tra le Scuole di Pace dell’Emilia Romagna; dallo yoga al teatro dell’oppresso alla costruzione del mandala di pace; dai concerti, alle danze dal mondo, al recital di Alberto Patrucco e Andrea Mirò…saranno quattro giorni densi ci cultura, politica, arte e buon cibo.

AZIONE gradazioni.inddCon il patrocino del Comune di Modena e la collaborazione di molte associazioni locali, la Festa di Azione nonviolenta si dipanerà nel Parco XXII Aprile di Modena a partire dal pomeriggio, nei focus in libreria, con ospiti nazionali e internazionali che dialogheranno con il pubblico sui temi della difesa, del disarmo e del Servizio civile, della convivenza e dei conflitti, dell’eredità culturale di Aldo Capitini e dell’editoria di pace, della memoria e dell’educazione alla nonviolenza.

Continuerà a sera, nel palco centrale, con la pizziche salentine dei Krazì (giovedì), il canzoniere della tradizione antimilitarista cantato da Giuliana Bergamaschi e Ilaria Peretti (venerdì), lo spettacolo di danze popolari che coinvolgeranno il pubblico con Balliamo sul Mondo (sabato) e la presentazione del nuovo cd Segni (e) particolari di Patrucco e Miro che cantano il poeta anarchico Brassens (domenica). Ed in mezzo la possibilità di visitare le mostre, tra le quali quella sui 50 anni di Azione nonviolenta, laboratori per adulti e bambini, pratiocare yoga, visitare gli stands delle associazioni del territorio, gustare la bio-pizza e dissertarsi al bio-bar, cenare al ristorante tradizionale e vegetariano.

Insomma una vera Festa popolare all’insegna della nonviolenza che, come scriveva Aldo Capitini è anticipo, qui ed ora, della Realtà liberata.

Maggiori informazioni:

clicca qui per visualizzare la locandina dell’evento

clicca qui per visualizzare il programma completo dell’evento

clicca qui per visualizzare Info Ospitalità a Modena

 Movimento Nonviolento

www.nonviolenti.org

www.azionenonviolenta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


i nostri morti »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


La “Buona Scuola” si svende per un pugno di euro »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

Nicola Canestrini di Nicola Canestrini


Tortura di stato »