I droni: arma del futuro?

I droni: arma del futuro?

Rilanciamo questo interessante articolo di approfondimento svolto per l’Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmo da parte di Sacha Bacchi sui droni.

Negli ultimi dieci anni, i sistemi a controllo remoto sono diventati un mezzo di importanza strategica all’interno della strategia americana della Guerra al Terrore.

Data la loro tecnologia duale, stiamo assistendo al rapido sviluppo e proliferazione dei droni anche in campo civile. Ma parallelamente al loro impiego incrementale, anche il dibattito sul loro uso aumenta. Questo lavoro affronta le principali questioni relative all’escalation del programma UAV, concentrandosi in sei aree: definizione dei principali sistemi e modalità di impiego, il dibattito internazionale, la proliferazione ed il mercato mondiale, le operazioni della CIA fuori dai teatri di guerra, la legalità del targeted killing tramite droni rispetto al diritto internazionale rilevante ed i sistemi ad autonomia completa.

Leggi, dal sito di Archivio Disarmo, il paper di Sacha Bacchi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

Prima le donne e i bambini

Caterina Elena Michele Monica di Caterina Elena Michele Monica


Filastrocca del cerotto »

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Noi vogliam odio »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Come se fosse qui »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Comincia la scuola »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Immagini in movimento - verso orizzonti intravisti

Gianluca Pelleschi e Enrico Pompeo di Gianluca Pelleschi e Enrico Pompeo


Recensione film: La battaglia di Hacksaw Ridge »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

Nicola Canestrini di Nicola Canestrini


Tortura di stato »