La nonviolenza: stile di una politica per la pace

La nonviolenza: stile di una politica per la pace

Breve nota sul documento che Papa Francesco ha redatto in preparazione della cinquantesima Giornata mondiale della pace

Segnaliamo che è stato diffuso il testo ufficiale del messaggio di Papa Francesco per la Giornata internazionale della Pace del 1 gennaio 2017 (clicca qui per leggerne il testo) dal significativo titolo “La nonviolenza: stile di una politica per la pace“, che contiene anche riflessioni per noi importanti sul tema del disarmo, dei conflitti, e quindi della difesa.

Il nostro Presidente Mao Valpiana ha rilasciato un’intervista a Radio Vaticana dove cita anche la nostra Campagna “Un’altra difesa è possible”: [clicca qui per ascoltare l’intervista (dal minuto 9:25 al minuto 18:15)]

e dove tra l’altro dice: ““E’ dunque un documento che, se preso sul serio, deve interpellare tutti perché contiene indicazioni pratiche di una novità rivoluzionaria che portano alla disobbedienza civile, all’obiezione di coscienza e al disarmo unilaterale, allo smantellamento della difesa armata per organizzare una difesa civile nonviolenta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

Prima le donne e i bambini

Elena Buccoliero di Elena Buccoliero


Bullismo: cosa bolle in pentola? »

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Rifugiati e migranti in Costituzione »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


Resurrectio Mortuarum. Le sorelle Mirabal »

Politicamente scorretto

Mao Valpiana di Mao Valpiana


Ad un mese dalla Perugia-Assisi »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Rinnovare la marcia Sarda della Pace »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Quanto pesano certe parole? »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »