sedi-logo

blog-logo

4 novembre, anche a Roma “Non Festa, ma Lutto”

4 novembre, anche a Roma “Non Festa, ma Lutto”

Il Movimento Nonviolento in Piazza Santi Apostoli: “Contro tutte le guerre di ieri, oggi e domani”

Sotto un cielo grigio e a poca distanza da dove si svolgevano le prove “trionfali” (con tanto di bandierone italiano sullo sfondo) per la celebrazione della Festa delle Forze Armate, si sono radunati un gruppo di amici e amiche della nonviolenza per ribadire, in occasione del Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, il proprio rifiuto di tutte le guerre, di ieri, oggi e domani; e della loro preparazione. Colorati dalle bandiere della nonviolenza col fucile spezzato hanno esposto verso il Vittoriano cartelli significativi del messaggio che volevano portare in piazza Santi Apostoli: “L’Italia ripudia la guerra”; “La nostra aggiunta: disarmo unilaterale”; “Non Festa, ma Lutto”; “Le guerre servono i ricchi e i potenti: io non lo sono e non tendo ad esserlo”. 

Il gruppo, che si è nutrito della curiosità dei passanti durante lo svolgimento, ha in apertura ricordato con i numeri la verità storica di quello che è stato il più sanguinoso conflitto di tutti i tempi: solo in Italia i morti furono 650.000, i feriti 1.250.000 di cui 675.000 mutilati. Ha poi ribadito che cent’anni dopo è giunto il momento di moltiplicare il proprio impegno affinché i conflitti di oggi e domani possano essere affrontati con i metodi della nonviolenza.

Il più intenso momento di commemorazione si è svolto quando è stato proposto un minuto di silenzio per tutte le vittime di guerra tenendo tra le mani le copie di un Manifesto dal titolo “Non Festa, ma Lutto” contenente una scarna cronologia dei disastri causati da tutti gli eserciti fino alla prima metà degli anni Settanta. Ha spiegato Daniele Taurino, del MN – Roma: “Il nostro vuole essere un persuaso omaggio a Pietro Pinna, segretario del Movimento Nonviolento che fu condannato a 4 mesi di reclusione nel 1973, con sentenza confermata in appello e in cassazione per aver diffuso, il 4 novembre 1972 questo manifesto che ricordava le conseguenze dell’azione militarista dell’esercito italiano. Pinna, una volta condannato definitivamente, il 17 gennaio 1975, fu arrestato e rinchiuso nel carcere di Perugia. 4 settimane dopo fu liberato per l’accoglimento di una domanda di grazia da parte Presidente della Repubblica”. Il manifesto è poi stato letto al megafono da Andrea Maori, archivista e collaboratore di RadioRadicale.

Si sono poi susseguiti i vari interventi e riflessioni dei partecipanti: tra una Ninna nanna di Trilussa recitata da Fabrizio Truini e le letture di storie di disertori e obiettori di coscienza della Prima Guerra Mondiale, lo sguardo si è spostato alle prossime occasioni di impegno nonviolento e partecipazione comune. È stata quindi l’occasione per ricordare e invitare tra il 12 e il 18 novembre ad organizzare, insieme agli attivisti di tutto il mondo coordinati dalla War Resisters’ International, iniziative contro la “militarizzazione” dei giovani nei loro paesi e nelle loro città sul tema specifico “Contrastare il reclutamento delle menti e dei corpi”. 

Il presidio “Non Festa, non Lutto. 4 novembre 1918-2018” è stato promosso dal Movimento Nonviolento-Roma e ha visto la partecipazione di rappresentanti di: Pax Christi, Cipax, del gruppo spontaneo “Mani Rosse”, del partito Umanista di Roma, delle associazioni EgualMente, IoNoi, Biblioteca per la Nonviolenza, LocalMente, Centro Gandhi Onlus e altri.

LE SEDI

(Sede nazionale) Verona 

(Sede nazionale) Verona La Casa per la Nonviolenza è disposta su due piani comunicanti. Ha una sala riunioni, ospita una Biblioteca di 3500 volumi ed una emeroteca di 300 riviste. Vi hanno sede il Movimento Nonviolento, la rivista Azione nonviolenta, il centro Audiovisivi Nonviolenza e Società, e vengono ospitate altre associazioni. Casa per la Nonviolenza via Spagna 8 – 37123 Verona tel. 045 8009803 fax 045 8009212 azionenonviolenta@sis.it

...

Sede di Brescia

Sede di BresciaIl Centro per la nonviolenza di Brescia ospita il Centro di Ricerca Nonviolenta, il Dipartimento Salute del Mir, l’archivio della Campagna Obiezione Spese Militari e il gruppo locale del Movimento Nonviolento. Responsabile Adriano Moratto. Centro per la Nonviolenza Via Milano 65 – 25128 Brescia tel. 030 3229343 movimentononviolento.bs@alice.it

...

Sede Ghilarza

Sede GhilarzaLa casa per la pace di Ghilarza, al centro della Sardegna, è il centro estivo del Movimento Nonviolento, dove si organizzano seminari, convegni, campi, settimane residenziali. E’ una grande struttura, con venticinque posti letto e due cucine, una grande sala per le riunioni e un bel cortile esterno. Sulla grande terrazza è installato un impianto fotovoltaico che fornisce l’energia necessaria. La casa è gestita dalla locale Associazione Casa per la pace. Casa per la pace Via Nessi, 14 – 09074 Ghilarza (OR)

...

sede Livorno

sede LivornoPresso la Fondazione Nesi sono ospitato il Centro Studi per la Nonviolenza affidato alla responsabilità di Rocco Pompeo e il centro territoriale del Movimento Nonviolento di Livorno. Via La Pira, 11 Livorno centrostudinonviolenza@fondazionenesi.org

...

Sede Roma

Sede RomaSede Centro Nonviolenza Litorale Romano ”Aldo Capitini” Via delle Meduse, 63° Fiumicino (RM) Tel. 3283736667 – Fax 0665499252 E-mail: nonviolenzalitoraleromano@gmail.com

...

Sede Torino

Sede TorinoIl Mir-Movimento Nonviolento e il Centro Domenico Sereno Regis trovano spazio in grande immobile dove si estende anche una biblioteca con 20 mila volumi catalogati.

...