• 14 Agosto 2022 4:56

Giorgio Gatta

Giorgio Gatta ha maturato una lunga esperienza nell’associazionismo e nel volontariato per la promozione della cultura della pace. In questo ambito, ha esercitato professionalmente l’attività di formatore per la gestione e la trasformazione dei conflitti con le tecniche della nonviolenza, giungendo a sviluppare progetti nell’ambito dell’Economia Civile. Dal 2004 al 2009, è stato tra gli organizzatori del “Corso per Mediatori Internazionali di Pace” a Bertinoro, facendo parte del suo comitato scientifico. L’iniziativa è stata realizzata nel 2010 nella sede di Santa Sofia (FC) del Centro Residenziale Universitario. Dalla seconda metà degli anni '80 ha sviluppato una lunga serie di esperienze di studio e di relazioni, fino ai giorni nostri, in ambito interculturale e verso la metà degli anni '90 inizia a intraprendere delle esperienze di dialogo interreligioso sia come dialogo ecumenico con le altre confessioni cristiane che dagli anni 2000 come dialogo cristiano-islamico. Attualmente è presidente dell’Associazione T-ERRE Turismo Responsabile di Faenza www.t-erre.org che nasce all’inizio del 2007, con lo scopo di sviluppare iniziative e progetti promozionali, di viaggio, culturali e formativi nel campo del turismo responsabile.
  • Home
  • Moena, una bellezza inebriante /2

Moena, una bellezza inebriante /2

Come affrontare i sentieri Al terzo giorno di escursione, su suggerimento di Carola dell’albergo, vado per un bellissimo sentiero per il Passo di San Pellegrino passando da Someda e da…

Moena, una bellezza inebriante /1

Andare sulle Dolomiti con la macchina a metano è come andare ad arrampicare scordandosi un pezzo di corda a casa. Si può fare, certo, ma è molto più difficile: si…

Vai a trovare un amico e trovi un tesoro!

Ci ho sempre tenuto al territorio dove vivo io e se posso fare qualcosa di utile mi ci butto più che volentieri. Il mio spirito ecologista – poco coi piedi…

Lo sminamento

Guardo fuori dalla mia finestrella della stanza del bagno, ho un bel panorama da vedere. Lo faccio tutte le mattine. Ma stamattina, vedendo il campo bucherellato – per causa dell’operazione…