• 17 Aprile 2024 11:27

EBCO ad Atene: assemblea e iniziativa pubblica di obiezione alla guerra

DiRedazione

Mag 9, 2023

L’Ufficio europeo per l’obiezione di coscienza (EBCO-BEOC), di cui il Movimento Nonviolento fa parte, ha tenuto la sua Assemblea generale ad Atene, in Grecia, il 22 aprile 2023, organizzata come un incontro ibrido sia di persona che online, con i rappresentanti delle sue organizzazioni membre provenienti da Belgio, Cipro, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Russia, Svizzera, Turchia, Ucraina e Regno Unito.

“Ci siamo riuniti per discutere delle sfide attuali, soprattutto alla luce dell’attuale guerra di aggressione russa contro l’Ucraina, e per organizzare le nostre azioni per la protezione di tutti gli obiettori di coscienza, i disertori e i manifestanti nonviolenti contro la guerra provenienti da Russia, Ucraina e Bielorussia”, ha dichiarato oggi la presidente dell’EBCO Alexia Tsouni.

Un’azione pubblica congiunta nell’ambito della campagna #ObjectWar è stata organizzata dall’EBCO, dall’Associazione greca degli obiettori di coscienza insieme ai promotori della campagna internazionale  il 22 aprile in piazza Syntagma, ad Atene, per difendere il diritto alla protezione e all’asilo dei disertori e degli obiettori di coscienza provenienti da Russia, Ucraina e Bielorussia.

Il giorno precedente una delegazione del BEOC, con rappresentanti di Russia, Bielorussia, Finlandia, Germania e Grecia, ha avuto incontri costruttivi con i partiti politici SYRIZA e MERA25.

Inoltre, i membri dell’EBCO hanno rilasciato interviste ai giornalisti. La copertura mediatica ha incluso interessanti articoli su EFSYN e NEWS247.

Un’azione pubblica congiunta, un tour storico nel centro di Atene, è stata organizzata dall’EBCO, dall’Associazione degli obiettori di coscienza greci e da Amnesty International – Sezione greca, nell’anniversario dell’inizio della dittatura militare greca (21 aprile 1967), evidenziando le violazioni dei diritti umani e la lotta per la libertà e la giustizia. Il tour ha previsto le seguenti tappe: 1) Museo della Resistenza Democratica Antidittatura dell’Associazione dei Resistenti Imprigionati ed Esiliati 1967-1974; 2) Grigoris Lambrakis; 3) Museo della Guerra; 4) (ex) Centro Medico per la Riabilitazione delle Vittime di Tortura; 5) Sezione Greca di Amnesty International; 6) Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Atene; 7) Università Tecnica Nazionale di Atene.

Per il comunicato stampa completo, comprensivo di foto e video, e per la versione in formato pdf, clicca qui