• 21 Giugno 2024 2:12

Guerra in Ucraina: il Consiglio comunale di Reggio Emilia chiede l’immediato cessate il fuoco e l’apertura del negoziato

Diadmin

Giu 13, 2023

Comunicato stampa, 12 giugno 2023

Il Movimento Nonviolento – Centro di Reggio Emilia esprime il proprio apprezzamento per l’approvazione da parte del Consiglio comunale di Reggio Emilia, nella seduta del 12 giugno, della mozione a sostegno del cessate il fuoco in Ucraina, delle iniziative per il negoziato, la Conferenza internazionale di pace e per i percorsi di disarmo nucleare globale, proposta dal cartello nazionale Europe for Peace.
Con 24 voti a favore, nessun contrario, nessun astenuto e tre non partecipanti al voto, il Consiglio comunale di Reggio Emilia ha votato la mozione – proposta come primi firmatari dai consiglieri Lucia Piacentini e Paolo Burani – che impegna il Sindaco e la Giunta su questi cinque punti:

  1. a sollecitare la Presidenza del Consiglio dei Ministri affinché il governo italiano si attivi nei confronti dell’Unione Europea, delle Nazioni Unite – e degli altri paesi attivi nella ricerca del cessate il fuoco – per una soluzione diplomatica che preveda l’immediata cessazione di ogni attività bellica e l’avvio, sotto il coordinamento della stessa Unione e delle Nazioni Unite, di un tavolo negoziale tra Russia e Ucraina con lo scopo di ripristinare il rispetto del diritto internazionale, dei diritti umani e perseguire una pace stabile e duratura nell’intera area interessata dal conflitto.
  2. a chiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri di dare asilo e protezione e riconoscere lo status di rifugiato politico agli obiettori di coscienza e disertori dei paesi coinvolti;
  3. a sostenere – nella consapevolezza che va posta fine all’attuale escalation e che non esiste nessuna soluzione militare del conflitto – le iniziative della coalizione Europe for Peace – sia in ambito italiano che europeo – per il cessate il fuoco, il negoziato tra le parti, la convocazione di una conferenza internazionale di pace;
  4. a sostenere e rafforzare tutte le iniziative umanitarie a favore delle popolazioni civili – incluse l’accoglienza dei profughi e dei rifugiati – con particolare riferimento a quelle – come le carovane di pace – promosse dalla coalizione di associazioni sotto la sigla “Stop the War” con l’invio di aiuti e la fornitura di assistenza alle popolazioni dell’Ucraina;
  5. a promuovere (come già richiesto con una precedente mozione) l’adesione dell’Italia al Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari sostenendo le iniziative per il disarmo nucleare promosse dalla società civile, in particolare aderendo alla Campagna “Italia, Ripensaci”

“Di fronte all’oscena radicalizzazione della guerra, dovuta anche al continuo invio di armi, ed all’ondata bellicista che attraversa il nostro paese da oltre un anno, che ha messo al bando l’impegno per la pace ed aumentato le spese militari” – dichiara Pasquale Pugliese del Movimento Nonviolento – “il Consiglio comunale di Reggio Emilia si esprime nettamente controcorrente chiedendo al governo di adoperarsi, prima di ogni altra cosa, per l’immediato ‘cessate il fuoco’ necessario ad una Conferenza internazionale di pace. Di questi tempi, una presa di posizione coraggiosa che apprezziamo, in continuità con la storia pacifista di questa città”.

Movimento Nonviolento – Centro di Reggio Emilia

Di admin