• 3 Ottobre 2022 20:16

Mao Valpiana scrive al Presidente della Repubblica affinchè interceda per la liberazione di Leonard Peltier

DiPeppe Sini

Feb 13, 2022
Egregio Presidente Sergio Mattarella,
nel Suo discorso di insediamento per il secondo mandato, davanti alle Camere riunite, Lei ha voluto richiamare con forza la parola “dignita’”, facendone un concetto chiave del programma del settennato.
Mi permetto quindi di appellarmi proprio al valore della “dignita’” per chiedere un Suo autorevole intervento a favore di una persona, detenuta ingiustamente negli Stati Uniti: Leonard Peltier, l’illustre attivista nativo americano da 46 anni in carcere innocente, difensore dei diritti umani di tutti gli esseri umani e della Madre Terra, attualmente malato di covid e bisognoso di cure adeguate impossibili in carcere. So bene del doveroso rispetto tra Stati dell’autonomia giudiziaria e della consuetudine di non ingerenza negli affari interni. Tuttavia, qui si tratta appunto del rispetto della dignita’ umana, concetto universale, che travalica ogni confine. Non un intervento di giustizia, ma la grazia presidenziale per la dignita’ umana.
Le chiedo percio’, signor Presidente, di intercedere presso il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, affinche’ voglia concedere la grazia a Leonard Peltier, come l’opinione pubblica mondiale chiede da tempo: un gesto che dara’ dignita’ a chi lo compie e a chi lo riceve.
Voglia ricevere, signor Presidente, i miei piu’ rispettosi saluti.
Mao Valpiana
presidente del Movimento Nonviolento
Verona, 13 febbraio 2022

Peppe Sini

Direttore responsabile del Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo. Cura i "Telegrammi quotidiani della nonviolenza in cammino", una newsletter quotidiana sui temi legati alla nonviolenza. Redazione: strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, tel. 0761353532, e-mail: nbawac@tin.it , centropacevt@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.