• 19 Aprile 2024 20:53

Vacanze di guerra in Sardegna

DiCarlo Bellisai

Lug 14, 2023

Ma che bella che è la Sardegna! Soprattutto per andarci in vacanza! Spiagge bianche, acque cristalline, imponenti scogliere, contrade spopolate e selvagge. Sentirete gli aromi delle erbe selvatiche, ammirerete le sculture naturali con cui il tempo ha modellato i graniti, vi stupirete del lavoro millenario dell’acqua sul calcare, che ha creato paesaggi lunari, grotte e anfratti. Venite a visitare l’isola!

Immergersi nelle sue acque cristalline è fantastico e, talvolta, può perfino essere avventuroso. Immergendovi con maschera e pinne, vi potrà anche capitare di imbattervi, oltre che in pesci d’ogni foggia, in epici relitti e perfino in bombe inesplose! Residuati bellici della seconda guerra mondiale? Nient’affatto.

Si tratta di robetta assai più recente, utilizzata dalle truppe NATO durante le esercitazioni di guerre simulate, utili a testare l’efficacia dei nuovi ordigni, così da poterne produrre su larga scala. L’ultima l’ha presa nella sua rete un pescatore di Teulada il 4 luglio 2023. La costa è stata interdetta per due giorni alla navigazione ed alla balneazione.

Mi scuserete ma avevo omesso di dirvi che in Sardegna ci sono le più estese basi militari d’Italia e che, regolarmente e metodicamente, vengono effettuate esercitazioni con vere armi: bombe, droni e missili d’ogni tipo. E’ quindi abbastanza normale che, su migliaia di tiri, ci sia una certa percentuale di ordigni inesplosi, finiti magari in mare, o sotto le dune di sabbia.

Ehi! Non ditemi che state cambiando idea sulla meta delle vostre vacanze estive? Suvvia, non credo proprio. Sapete benissimo che c’è solo una probabilità su mille che capiti proprio a voi di mancare la cernia con la fiocina e di colpire proprio l’ordigno incastrato sul fondo, o ancora meno che mentre scavate la buca per l’ombrellone vi esploda in faccia una deflagrazione. Sembra uno scherzo eh? Infatti prendetelo come tale e venite lo stesso a far le vacanze in Sardegna. Appena un brivido in più.

D’altra parte la Difesa è importante, ma a luglio ci si può anche divertire. Così ecco che anche quest’anno una parte del territorio militare verrà affittata al miliardario spagnolo Alejandro Agag, che organizza la Estreme X, un favoloso rally per fuoristrada elettriche. Scoprirete così, che la Difesa è anche ecologica e pazienza se ci sarà qualche centinaio di batterie da dieci chili l’una esauste. Sciocchezze, pinzillacchere, direbbe Totò, cosa saranno mai queste batterie rispetto a migliaia di missili al torio, di bombe all’uranio impoverito?

Tranquilli, i biglietti invito per il rally sono tutti già prenotati. Storie per vip e lustrini, là dove i sardi, abitanti del luogo, non possono poggiar piede da quasi settantanni.

A proposito di sport estremi più praticabili, ci sono splendide e irte pareti da scalare in molte zone dell’isola. Ne segnalo una in particolare, presso la grotta di Domusnovas: una bellissima campagna boscosa, incastonata fra pareti a picco. Non fate troppo caso ai vecchi ruderi minerari abbandonati, né preoccupatevi se vi capiterà di sentire alcune sorde esplosioni. A pochi chilometri da lì c’è la fabbrica di ordigni bellici RWM e potrebbero aver fatto qualche prova. Lo sapevate già? Allora avete letto l’articolo su Repubblica del giornalista Gianluca Di Feo del 5 luglio 2023? Quindi avete già capito che non c’è nulla da temere per voi, in quanto produrranno ormai solo bombe da fornire all’Ucraina contro la Russia, non saranno più marchiati dall’infamia di aver fabbricato le bombe che massacravano i civili yemeniti: ora infatti “è diventata un’azienda che difende i valori occidentali”. Certo, le bombe qualcuno finiranno col colpirlo, ucciderlo o mutilarlo. Però per i valori democratici. Davvero illuminante!

Vi siete preoccupati di nuovo? Ma dai! Mi piace scherzare. Nella vostra vacanza dovete rilassarvi!  La terza guerra mondiale ancora non è stata dichiarata e l’estate è fatta per non pensare ai problemi. Suvvia: perché i Russi dovrebbero per forza bersagliare questa fabbrica, nella sperduta Sardegna? Ce ne sono numerose altre e la probabilità sarebbe al massimo del dieci per cento. Un’inezia e, magari, quel po’ d’incertezza che serve a condire una vera vacanza avventura. Che ne dite? Prenotate?

Come? Avete dei problemi etici? E che roba è?

(vignette di Benigno Moi)

 

Di Carlo Bellisai

Sono nato e vivo in Sardegna. Mi occupo dai primi anni Novanta di nonviolenza, insegno alla scuola primaria, scrivo poesie e racconti per bambini e raccolgo storie d’anziani. Sono fra i promotori delle attività della Casa per la pace di Ghilarza e del Movimento Nonviolento Sardegna.