A Vicenza voglio FERM-ARMI!

A Vicenza voglio FERM-ARMI!

Una città sicura è una città senza armi (riceviamo e pubblichiamo da Operazione Colomba)

👉🏼 LO SAPEVI? – Vicenza ogni anno ospita Hit Show, la più grande fiera internazionale dedicata alle armi: ad oggi è l’unico evento di settore nell’Unione Europea che permette l’accesso indiscriminato a chiunque: bambini compresi.
Hit Show, che a parole dovrebbe essere un evento dedicato a “caccia, tiro sportivo, e outdoor”, è un realtà una vetrina dove vengono esposte armi di ogni tipo, eccezion fatta per le quelle propriamente da guerra. L’unica altra fiera simile, l’IWA di Norimberga, è accessibile soltanto ad operatori del settore, e non a cacciatori e sportivi.
Nelle scorse edizioni sono stati fotografati e ripresi più volte bambini in età scolare che maneggiavano ogni tipo di arma: fucili a pompa, pistole, carabine di precisione.

Questa situazione è stata denunciata numerose volte alle autorità competenti, ma finora ogni appello atto a cambiare le cose è stato vergognosamente ignorato.

🔴 Sabato 8 Febbraio 2020, alle ore 10.00 alla Fiera di Vicenza unisciti a noi per dire NO ALLE ARMI! 🔴

⚠ Sono le armi il vero pericolo, non le persone. La diffusione e liberalizzazione delle armi porterebbe solo ad un aumento della violenza: gli Stati Uniti ne sono l’esempio lampante. La sicurezza NON di costruisce armandosi fino ai denti e rinchiudendosi fra le quattro mura di casa, ma uscendone, intessendo relazioni e costruendo una comunità solidale, e che crei un sostegno reciproco.

🦹🏻‍♀🦸🏽‍♂Sabato 8 febbraio saremo supereroi per un giorno: creeremo una zona sicura e disarmata fuori dalla fiera, invitando i visitatori a riflettere sulla pericolosità della fiera. Ci “armeremo” di costume da supereroe e pungente ironia, per dar voce al nostro messaggio: un mondo più sicuro è un mondo senza armi!

🌈 Che aspetti? Procurati anche tu il tuo costume da supereroe, e aiutaci rendere Vicenza una città sicura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Bisogna vedere nella testa dell'altro »

Prima le donne e i bambini

Elena Buccoliero di Elena Buccoliero


Essere oggetto di parole d’odio »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Cosa vogliamo curare »

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Gli occhi di capitan Toni »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

Nicola Canestrini di Nicola Canestrini


SLAPP, ceffoni (giudiziali) a chi osa criticare: quali rimedi? »

Specchio riflesso

Roberto Rossi di Roberto Rossi


La scuola come desiderio »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


Sollevare un ginocchio di qualche centimetro »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »