• 26 Novembre 2022 11:02

Lorenzo Porta

Vive e lavora a Firenze come docente di filosofia, psicologia e scienze sociali. Coniugato e padre di tre figli. Per anni insegnante a contratto nell’Università di sociologia della pace e maieutica reciproca e ricerca-azione per la pace. Ha costituito assieme ad altri l'Associazione CEDAS, (Centro di documentazione sociale per la nonviolenza e i diritti umani). Ha vissuto l’intera esperienza di resistenza alla nuclearizzazione militare a Comiso (Sicilia) per una parte degli anni ’80 dove ha cercato di far convivere in un lavoro collettivo la resistenza ai missili nucleari a medio raggio, poi ritirati dal territorio europeo, ad un progetto di lavoro agricolo ecologico: "La Verde Vigna", nei terreni circostanti la base militare. Ha pubblicato libri sul tema del pregiudizio e sulla condizione giovanile attraverso l’approccio autobiografico: Il pregiudizio antisemitico, ed. FrancoAngeli, 1999. Autobiografie a scuola. Un metodo maieutico, ed. FrancoAngeli, 2005. Collabora a riviste ed associazioni che lavorano sul dialogo interculturale anche a livello internazionale come gli Amici di Neve Shalom -Wahat as Salam (Medio Oriente). E’ impegnato sui temi del diritto all’istruzione e dei diritti dei detenuti per una legalità fondata sulla partecipazione e il rispetto dei diritti umani. Su questo argomento ha curato il libro Legalità e partecipazione. Itinerari formativi tra docenti, studenti e detenuti per la cittadinanza e la Costituzione, ed. Zella, 2011 che da conto dei progetti, ancora in corso, svolti nelle scuole e sul territorio su questi temi. E' impegnato in alcuni progetti europei (PON ) sulla mediazione dei conflitti e sulla società multiculturale e le relazioni tra diverse etnie, nelle scuole superiori a partire dai micro-conflitti fino ai più vasti contesti sociali in cui i soggetti vivono. per contatti mail: lorenzoporta55ATgmail.com lorenzo.portaATcedasnonviolenza.it
  • Home
  • Il 4 novembre, il milite ignoto e il doppio fronte

Il 4 novembre, il milite ignoto e il doppio fronte

L'espressione "milite ignoto" mi ha sempre impressionato fin da bambino.

Giulio e i “Giulio Regeni d’Egitto” scuoteranno gli equilibri del regime?

Nel 2015 avevo pubblicato su facebook un post con i volti e i nomi dei blogger, tra cui Alaa Abdel Fattah, rilasciato nel 2017 dopo 5 anni di detenzione, ed…