Campi estivi 2021: Vivere la Nonviolenza!

Campi estivi 2021: Vivere la Nonviolenza!

Il Movimento Nonviolento e il Movimento Internazionale della Riconciliazione organizzano ogni anno dei campi estivi.

~Una settimana per conoscerci, lavorare, crescere e divertirci~

Dopo un anno di sospensione a causa della pandemia abbiamo deciso di ripartire con alcuni campi che saranno effettuati nel rispetto delle norme “covid” in vigore.

Scarica il Libretto campi MIR – MN 2021  con i dettagli delle nuove proposte, i contatti dei Coordinatori e tutte le indicazioni per la partecipazione.


Lo spirito dei campi

I campi sono interamente basati sull’idea dello scambio e della gratuità: alle strutture che ci ospitano rimborsiamo solo le spese vive, in cambio usufruiscono del lavoro manuale a loro necessario. Nella nostra società i lavori considerati più importanti sono quelli che coinvolgono l’intelletto. Noi invece vogliamo valorizzare il lavoro fatto con le proprie mani e svolto insieme ad altri, come scoperta della manualità e “moneta di scambio per portare un aiuto concreto alle comunità ospitanti. E’ bello lasciare alla comunità residente un segno tangibile del nostro lavoro.

Lo svolgimento dei nostri campi è caratterizzato da molti elementi: la vita comunitaria, il lavoro, l’autogestione, la formazione, la festa, il rapporto con il territorio, lo studio, la spiritualità. L’importante è vivere insieme. Non solo approfondire, valutare, bensì sperimentare, nella concretezza della nostra vita e dei rapporti con gli altri. Così Gandhi definiva la sua vita: una serie di esperimenti con la verità.

La nostra proposta è improntata al rifiuto di ogni forma di violenza e alla sobrietà, intesa come ricerca di ciò che è davvero essenziale evitando gli sprechi. In coerenza con tali principi l’alimentazione sarà vegetariana.

I campi sono autogestiti in tutte le loro esigenze, dalla cucina alla pulizia: occorre quindi essere disponibili a collaborare attivamente alla gestione di tutte le attività, per una buona riuscita della settimana.

(maggiori info nel libretto al link sopra)


Hai potuto leggere questo articolo, e consultare liberamente il nostro sito, poiché abbiamo come obiettivo la diffusione della cultura e della pratica della nonviolenza; e vogliamo che sia accessibile a tutti, gratuitamente. Ci sono però dei costi, che puoi contribuire a coprire, anche solo destinando il tuo 5 x 1000 al Movimento Nonviolento. Scrivi il c.f. 93100500235

Tagged with

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

di Daniele Lugli


Appunti su un incendio non tanto lontano »

Incontrando persone, vivendo il presente

di Giorgio Gatta


Albania mon amour /2 »

Consigli di lettura

di Enrico Pompeo


Consiglio di lettura n. 42 »

La domenica della nonviolenza

di Peppe Sini


Quante persone ancora dovranno morire? »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

di Mauro Presini


Bisogna vedere nella testa dell'altro »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

di Nicola Canestrini


SLAPP, ceffoni (giudiziali) a chi osa criticare: quali rimedi? »

Specchio riflesso

di Roberto Rossi


La scuola come desiderio »

"Nonviolenza: la via della Pace"

di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »