• 4 Marzo 2024 6:17

Chi non conosce Dario Babas?

DiGiorgio Gatta

Dic 17, 2023

Arrivo presto per partecipare al TEDxTrento del pomeriggio di sabato e ho il tempo di visitare i Mercatini di Natale in pieno centro a Trento.

Ci sono lunghe file di persone che aspettano di mangiare alle casette, i prodotti tipici del trentino, ma a me non va proprio di sprecare il mio tempo quando ci sono tante cose da vedere…

Nell’angolo più lontano della piazza mi avvicino a una di quelle casette, incuriosito dalle prelibatezze culinarie e subito una ragazza mi chiede cosa voglio da mangiare, della serie:

“Prima ti servo e poi si paga!”

“Fantastico! – penso io – Che solerzia nel servizio!”

Dario mi chiede se va tutto bene e gli dico che è tutto buonissimo e che sono stato meravigliato del servizio.

Mi risponde:

“Come ti sarai accorto qui non si fa la fila – pur lavorando a pieno ritmo – perché la gente la serviamo subito e non facciamo le solite due file, una per la cassa e una per il servizio, come si fa di solito.”

“Ti servo e paghi allo stesso momento.”

Mi chiede da dove vengo e lui accenna:

“Ah l’alluvione! Eravamo un bel gruppo di persone da Capriana, dalla Val di Fiemme, proprio a Faenza.”

“Abbiamo visto la distruzione dell’acqua e del fango: roba da non crederci! Non la si può immaginare se non la si vede.”

Ringrazio lui e tutta la sua comunità per quello che hanno fatto per noi.

“Vedi quei due paioli? – aggiunge poi – Li ho comprati a Roma durante il Giubileo del 2000 assieme ad altri paioli enormi di cui ci serviamo per tutto il paese!”

È orgoglioso del suo lavoro Dario, come anche di dare qualcosa per la sua comunità e con la sua comunità.

Gli chiedo l’indirizzo dove andarlo a trovare mentre rabbocca il mio piatto con altre fantastiche bontà.

E scopro che Dario – imprenditore dal cuore d’oro che è al centro di molteplici iniziative per il suo paese – ha una gelateria a Cavalese.

Andatelo a trovare alla Gelateria Tre Valli e fatevi raccontare la sua storia!

Di Giorgio Gatta

Giorgio Gatta ha maturato una lunga esperienza nell’associazionismo e nel volontariato per la promozione della cultura della pace. In questo ambito, ha esercitato professionalmente l’attività di formatore per la gestione e la trasformazione dei conflitti con le tecniche della nonviolenza, giungendo a sviluppare progetti nell’ambito dell’Economia Civile. Dal 2004 al 2009, è stato tra gli organizzatori del “Corso per Mediatori Internazionali di Pace” a Bertinoro, facendo parte del suo comitato scientifico. L’iniziativa è stata realizzata nel 2010 nella sede di Santa Sofia (FC) del Centro Residenziale Universitario. Dalla seconda metà degli anni '80 ha sviluppato una lunga serie di esperienze di studio e di relazioni, fino ai giorni nostri, in ambito interculturale e verso la metà degli anni '90 inizia a intraprendere delle esperienze di dialogo interreligioso sia come dialogo ecumenico con le altre confessioni cristiane che dagli anni 2000 come dialogo cristiano-islamico. Attualmente è presidente dell’Associazione T-ERRE Turismo Responsabile di Faenza www.t-erre.org che nasce all’inizio del 2007, con lo scopo di sviluppare iniziative e progetti promozionali, di viaggio, culturali e formativi nel campo del turismo responsabile.