Da settembre i caccia dell’aeronautica di Israele si eserciteranno in Sardegna

Da settembre i caccia dell’aeronautica di Israele si eserciteranno in Sardegna

Le esercitazioni non riguarderanno soltanto Israele ma numerosi paesi alleati dell’Italia. Verranno sganciate bombe e missili.

Dal 21 settembre prossimo l’aviazione di Israele si addestrerà in Sardegna. In base agli accordi stilati con la Regione da quel giorno in poi anche i piloti da guerra di Tel Aviv, che in queste settimane stanno bombardando la Striscia di Gaza, prenderanno parte a un “tour de force” di esercitazioni e sperimentazioni belliche interrotte per una pausa estiva. Le attività, già pianificate e riportate nel “Programma per il secondo semestre 2014″ stilato dal ministero della Difesa, non riguarderanno solo Israele ma anche altri Paesi alleati all’Italia nello scacchiere geopolitico mondiale. In determinate aree dell’isola verranno sganciati missili e bombe sia da terra, che dal cielo che da navi militari. A renderlo noto è l’Unione Sarda.

L’aviazione israeliana si eserciterà a Capo Frasca

L’Iaf, aeronautica militare israeliana, si eserciterà a Capo Frasca, non lontano da Oristano, sulla costa occidentale. I caccia F-16 sganceranno “artifici” da 6 chili a una tonnellata e voleranno insieme ad altri jet militari di nazioni alleate dell’Italia. Ci saranno i nostri Tornato, ma anche gli Amx e i Mirage francesi. L’aviazione militare assicura che gli ordigni che verranno sganciati saranno “inerti”, anche se non mancheranno munizioni vere come razzi da 2 pollici e colpi esplosi con i cannoncini di bordo.

Esercitazioni anche nel Sulcis e a Quirra

Le esercitazioni militari come detto non interesseranno soltanto Israele ma anche altri paesi e comunque soprattutto l’Esercito Italiano. A Quirra la situazione è definita “hot” dagli stessi militari che lanceranno missili Aster 30, Stinger e razzi Spada. Insomma, molti degli armamenti più avanzati insieme a quelli “ordinari”. Nel poligono del Sulcis è previsto lo sgancio di bombe da aereo, missili dalle navi alla costa, esercitazioni a fuoco di fucilieri e carri armati, ma non mancheranno bombe a mano e altro materiale bellico.

Fonte articolo e foto bdsitalia.org

  1. Guido Ghiani 5 Agosto 2014, 21:42

    Stavo pensando da giorni di inviare qualcosa su questa incredibile notizia delle esercitazioni militari di aerei israeliani in Sardegna, mi avete preceduto ma è bene così ! Che aggiungere a quanto scritto nell’articolo se non che qui, in Sardegna l’indignazione è grande e che è già stata promossa una manifestazione a Capo Frasca (con l’adesione di vari comitati e movimenti) per il 14 settembre. Ciao, Guido del Movimento Nonviolento da Nuoro.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

di Daniele Lugli


Ponti e muri »

Incontrando persone, vivendo il presente

di Giorgio Gatta


Quel che conta è il pensiero »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

di Mauro Presini


Gelati sbagliati ma buoni »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

di Carlo Bellisai


Viviamo in un’economia di guerra »

Politicamente scorretto

di Mao Valpiana


Sul caso Riace, dei mezzi e dei fini »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

di Nicola Canestrini


SLAPP, ceffoni (giudiziali) a chi osa criticare: quali rimedi? »

Specchio riflesso

di Roberto Rossi


La scuola come desiderio »

"Nonviolenza: la via della Pace"

di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »