Gramsci e la nonviolenza

Gramsci e la nonviolenza

Ghilarza (Sardegna), 21 agosto 2014

Ha avuto inizio oggi il seminario Gramsci e la nonviolenza promosso dal Movimento Nonviolento che avrà luogo nei prossimi giorni 22, 23 e 24 agosto presso Casa per la Pace di Ghilarza in via Nessi ,10-14.

L’iniziativa si inserisce in un percorso cominciato nel 1992 e che ha visto il susseguirsi di appuntamenti di studio e di ricerca di cui il presente è, per ora, l’ultima tappa.

Studiosi, ricercatori e appassionati si interrogano e si confrontano sul nesso fra Gramsci e la nonviolenza.

Il seminario è tenuto dal professor Alberto L’abate, docente universitario dell’Università on-line “Transcend – per la teoria e la pratica della pace”.

Si prevede la possibilità di partecipazione di pubblico esterno nei giorni di VENERDI 22 alle ore 21, per la proiezione del film documentario “La forza più potente” seguita dal dibattito sulle lotte nonviolente in Sudafrica e Polonia; e di DOMENICA 24 alle ore 9:30 per la presentazione delle conclusioni dei  lavori. L’ingresso è libero.

Per informazioni:

Carlo Bellisai 3205339996 Carlo.bellisaiATvirgilio.it

immagine tratta da giannifresu.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Lettera dei bambini sull'uso delle parolacce »

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Una città sicura »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Sardegna: insieme per la pace e la nonviolenza »

Politicamente scorretto

Mao Valpiana di Mao Valpiana


Lettera aperta a Greta Thunberg »

Specchio riflesso

Roberto Rossi di Roberto Rossi


Papà Mario e la sua lotta »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


Ricordando Piero Pinna »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »