• 19 Agosto 2022 21:24

Il gruppo di lavoro su “La nonviolenza in Italia oggi” sostiene la marcia contro le vendette di sangue in Albania

Diadmin

Giu 11, 2014

Riteniamo di grande importanza l’attività di pace, di riconoscimento e protezione dei diritti umani, di promozione della democrazia e della convivenza, svolta dall’Operazione Colomba in varie realtà di conflitto, ed apprezziamo le sue specifiche modalità d’azione nonviolenta.

E riteniamo di grande importanza questa particolare iniziativa in Albania per contrastare il terribile fenomeno delle sanguinose faide familiari che disseminano morte, paura, violenza, lacerano le comunità e costringono intere famiglie a una vita da reclusi nelle proprie abitazioni per sfuggire alla catena degli omicidi.

Cosi’ come riteniamo di grande importanza le ragionevoli proposte di riconciliazione e di affermazione della legalità che salva le vite, proposte che costituiscono il programma costruttivo della marcia internazionale per la pace in Albania.

E pertanto invitiamo tutti i nostri interlocutori ad esprimere a loro volta attenzione e sostegno, nelle forme che ciascuno riterrà adeguate, all’Operazione Colomba, alla marcia nonviolenta che si svolgerà dal 22 giugno al primo luglio, alla popolazione vittima delle “vendette di sangue”, a quanti in Albania lottano per spezzare la catena delle uccisioni e per realizzare percorsi di riconciliazione e di convivenza, di pace e di solidarietà.

*

Per informazioni, adesioni e contatti: Operazione Colomba

Mittente: Gruppo di lavoro su “La nonviolenza in Italia oggi” c/o “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” di Viterbo, strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, e-mail: nbawac@tin.itcentropacevt@gmail.com, web 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.