L’ora. 4 novembre 2018

L’ora. 4 novembre 2018

Alcune parole dette a Viterbo la mattina del 4 novembre 2018

Di uccisioni consiste la guerra
di uccisioni di esseri umani.

Ad uccidere servono le armi
ad uccidere gli esseri umani.

Per uccidere si armano le persone
per uccidere gli esseri umani.

E noi siamo gli esseri umani.

*

Far cessare il diluvio di sangue.

Ogni vittima ha il volto di Abele.

Pace, disarmo, smilitarizzazione.

Soccorrere, accogliere, assistere
ogni persona bisognosa di aiuto.

Salvare le vite: il primo dovere.

Solo la nonviolenza puo’ salvare
l’umanita’ dalla catastrofe.

– Peppe Sini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

di Daniele Lugli


Sappia la sinistra quel che fa la destra »

Prima le donne e i bambini

di Elena Buccoliero


Bambini scomodi e Mamme Matte »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

di Mauro Presini


Gelati sbagliati ma buoni »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

di Carlo Bellisai


Viviamo in un’economia di guerra »

Politicamente scorretto

di Mao Valpiana


Sul caso Riace, dei mezzi e dei fini »

Incontrando persone, vivendo il presente

di Giorgio Gatta


L'Altro Festival a Fiumicino »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

di Nicola Canestrini


SLAPP, ceffoni (giudiziali) a chi osa criticare: quali rimedi? »

Specchio riflesso

di Roberto Rossi


La scuola come desiderio »

"Nonviolenza: la via della Pace"

di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »