• 4 Dicembre 2022 12:47

Nobel per la Pace 2022

DiDaniele Quilli

Ott 7, 2022

Mette i piedi nel piatto della guerra il trittico Premio di quest’anno.
Arriva in Russia, Ucraina, Bielorussia, e lo fa con grande equilibrio e saggezza. Valorizza le voci non allineate di chi si è concretamente impegnato per la democrazia, per i diritti umani, per la giustizia. Il Center for Civil Liberties ucraino, il Memorial russo, e il bielorusso Ales Bialiatski, rappresentano bene quelle parti di società civile dei loro paesi che non accettano la logica della guerra. Il loro lavoro per i diritti umani, primo fra tutti il diritto alla pace, è la base su cui costruire oggi il comune futuro di convivenza in un’area che sta vivendo l’incubo nucleare.

Movimento Nonviolento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.