• 26 Maggio 2024 8:03

Organizzazioni giovanili e del mondo della pace insieme verso un Piano D’Azione Nazionale Italiano su Giovani Pace e Sicurezza

DiRedazione

Apr 4, 2024

In occasione del Martin Luther King’s Day una coalizione di organizzazioni giovani e del mondo della pace italiane lancia il Manifesto per l’implementazione dell’Agenda Onu Giovani, Pace e Sicurezza in Italia. Il Movimento Nonviolento, co-fondatore della Rete italiana Giovani Pace e Sicurezza e membro osservatore del Consiglio Nazionale Giovani due delle organizzazioni promotrici del manifesto, segue dall’inizio il percorso verso una Piano d’Azione GPS in Italia e rinnova il suo impegno di advocacy.

In un clima sempre più devastato da scenari di conflitti armati e guerre, una coalizione di organizzazioni italiane e internazionali lancia, in occasione del Martin Luther King’s Day, il Manifesto Italiano Giovani Pace e Sicurezza. Questo manifesto, sostenuto da una variegata rete di enti e associazioni, rappresenta un appello concreto per l’impegno delle istituzioni e la collaborazione multilaterale nel coinvolgere attivamente i giovani nei processi di costruzione di un Piano Nazionale Italiano su Giovani Pace e Sicurezza.

“In linea con l’interlocuzione con i rappresentanti del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale – si legge nel Manifesto – sosteniamo convintamente la creazione del segretariato congiunto tra Istituzioni e Organizzazioni della Società Civile per la redazione di un Piano Nazionale d’Azione che sia coerente con i principi universali delle Nazioni Unite e che sia dotato, a livello nazionale, di risorse finanziarie adeguate per un’implementazione di qualità”

Il Manifesto Giovani Pace e Sicurezza, ispirato dalla Risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite 2250, riconosce il ruolo cruciale dei giovani nella costruzione di un futuro sostenibile e inclusivo. Esso richiama l’attenzione sulle sfide e le opportunità che il contesto attuale italiano presenta, sottolineando l’importanza di coinvolgere attivamente le nuove generazioni nei processi decisionali e nelle iniziative di costruzione della pace.

In particolare, il manifesto sottolinea la necessità di un impegno concreto da parte delle istituzioni nazionali ed internazionali per garantire la partecipazione significativa dei giovani in tutti i livelli della società.

“Il messaggio centrale del Manifesto – scrivono i promotori – sono una serie di azioni concrete volte a favorire la partecipazione attiva delle giovani generazioni  promuovere la diversità e l’inclusione, integrare i principi della Risoluzione 2250 nel contesto legale e istituzionale italiano, fornire formazione e capacità alle  giovani e ai giovani , con meccanismi formali per facilitare il dialogo tra le organizzazioni giovanili e le istituzioni, e garantire fondi duraturi e inclusivi per le organizzazioni della società civile impegnate nella costruzione della pace e per una cultura di nonviolenza”.

Questo documento nasce già con un processo partecipato e dopo anni di lavoro di advocacy di singoli ed organizzazioni attive a livello civico e sociale, ma si tratta al contempo di un nuovo punto di partenza. “Il Manifesto rappresenta un’opportunità per rafforzare il coinvolgimento delle organizzazioni giovanili e di settore nella costruzione della pace e della sicurezza umana – continuano i promotori – ci impegniamo con questo documento a lavorare insieme per tradurre le raccomandazioni del manifesto in azioni concrete e a sostenere l’implementazione di politiche e iniziative volte a garantire un futuro pacifico e inclusivo per le generazioni presenti e future”.

Per ulteriori informazioni e per consultare il testo completo del Manifesto Giovani Pace e Sicurezza, vi invitiamo a visitare il sito web https://2250.it/

Organizzazioni promotrici (in ordine alfabetico): Agency for Peacebuilding, Asvis – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Consiglio Nazionale Giovani, Rete italiana Giovani Pace e Sicurezza, Rondine International PeaceLab, SCPS – Sustainable Cooperation for Peace & Security.

Con il supporto internazionale di: European Youth Forum, Civil Society Platform for Peacebuilding and Statebuilding, Unoy Peacebuilders.

Contatti per la stampa:

Email: info@2250.it

Sara Jouhari – 3477561572

Daniele Taurino – 3283736667