Scoprire la nonviolenza con i nostri campi estivi

Scoprire la nonviolenza con i nostri campi estivi

 

Il Movimento Internazionale della Riconciliazione e il Movimento Nonviolento, in collaborazione con il Centro Studi Sereno Regis, organizzano ogni anno dei campi estivi. L’obiettivo è quello di vivere la nonviolenza.

clicca QUI per scaricare il libretto completo con i campi estivi del 2019

I campi estivi sono un’opportunità per vivere in maniera comunitaria, condividendo il proprio tempo con altri, confrontandosi con persone diverse, lavorando al loro fianco quindi ampliando la propria mappa mentale.

Essi offrono l’occasione di entrare in contatto e confrontarsi con stili di vita diversi praticati dalle comunità ospitanti e di approfondire tematiche specifiche legate alla nonviolenza. Uno o più formatori facilitano le riflessioni e il confronto fra i partecipanti.

Lo spirito dei campi

I campi sono interamente basati sull’idea della gratuità: alle strutture che ci ospitano rimborsiamo solo le spese vive, in cambio usufruiscono del lavoro manuale a loro necessario. Nella nostra società i lavori considerati più importanti sono quelli che coinvolgono l’intelletto. Noi invece vogliamo valorizzare il lavoro fatto con le proprie mani e svolto insieme ad altri, come riscoperta della manualità e “moneta di scambio” per portare un aiuto concreto alle realtà ospitanti.

E’ bello lasciare alla comunità residente un segno tangibile del nostro lavoro.

Lo svolgimento dei nostri campi è caratterizzato da molti elementi: la vita comunitaria, il lavoro manuale, l’autogestione, la formazione, la festa, il rapporto con il territorio, lo studio, la spiritualità in qualunque accezione venga vissuta. L’importante è vivere insieme. Non solo approfondire, valutare, bensì sperimentare, nella concretezza della nostra vita e dei rapporti con gli altri, così Gandhi definiva la sua vita: una serie di esperimenti con la verità.

La nostra proposta è improntata al rifiuto di ogni forma di violenza e alla sobrietà, intesa come ricerca di ciò che davvero è essenziale evitando eccessi e gli sprechi. In coerenza con tali principi l’alimentazione sarà vegetariana.

I campi sono autogestiti in tutte le loro esigenze, dalla cucina alla pulizia: occorre quindi essere disponibili a collaborare.

Note organizzative

Per partecipare occorre contattare il coordinatore del campo prescelto per verificare la disponibilità dei posti e per ogni altra informazione.

Occorre poi versare la quota di “iscrizione” (40 euro per i campi di una settimana) su:

– conto corrente postale 20192100 o bonifico bancario IT53V0760101000000020192100 intestato a Movimento Nonviolento, specificando il campo prescelto e l’indirizzo completo del partecipante.

Durante il campo occorrerà versare una quota di “partecipazione” (100 euro per i campi di una settimana). Per i campi di durata inferiore alla settimana o alcuni campi particolari le quote di iscrizione e partecipazione saranno specificate dal coordinatore. Le iscrizioni si chiudono tassativamente 15 giorni prima dell’inizio del campo.

clicca QUI per scaricare il libretto completo con i campi estivi del 2019

Tagged with

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


I coca–siluri »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Campagna riconversione RWM: un punto di svolta »

La mafia non è un cancro...

Vincenzo Sanfilippo di Vincenzo Sanfilippo


Mafia, giustizia, nonviolenza... »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Il fango è una sospensione »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


Ricordando Piero Pinna »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »