• 21 Aprile 2024 0:12

campagna obiezione alla guerra

  • Home
  • La responsabilità del bene. Gli obiettori di coscienza ucraini, russi e israeliani rifiutano il disimpegno morale

La responsabilità del bene. Gli obiettori di coscienza ucraini, russi e israeliani rifiutano il disimpegno morale

Sul Fatto Quotidiano del 6 gennaio, Cosimo Caridi (“Altri 500mila al fronte” In migliaia tentano la fuga) ha raccontato i tentativi di fuga in massa dei giovani ucraini di fronte…

Caso Sheliazhenko, il Movimento Nonviolento scrive una lettera di difesa: “Se Yurii è colpevole, lo siamo anche noi”

Pubblichiamo qui in versione italiana la lettera che il Movimento Nonviolento, nell’ambito della Campagna di Obiezione alla Guerra, ha inviato in difesa di Yurii Sheliazhenko, leader del Movimento Pacifista Ucraino.…

Obiezione in Bielorussia. Salvarne uno per salvare tutti: il caso di Vitali Dvarashyn (con videomessaggio)

Obiezione in Bielorussia. Salvarne uno per salvare tutti: il caso di Vitali Dvarashyn, guarda il video qui La Campagna di Obiezione alla guerra sostiene concretamente gli obiettori di coscienza e…

Dalla Russia pacifista arriva una richiesta urgente e concreta all’Unione Europea. Il Movimento Nonviolento si rivolge al governo italiano

Dalla Russia pacifista arriva una richiesta urgente e concreta all’Unione Europea: protezione internazionale agli obiettori di coscienza russi, ucraini e bielorussi, ai disertori e a coloro che si sono arresi…