• 31 Gennaio 2023 19:58

Azione nonviolenta, 5-6 – 2022 (Anno 59, n. 653-654)

DiRedazione

Dic 8, 2022

Azione nonviolenta

È uscito il numero doppio 5 e 6 del 2022 (settembre-dicembre) di “Azione nonviolenta”, rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, bimestrale di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo.

Clicca qui per abbonarti

In anteprima l’Editoriale di Mao Valpiana

Obiezione alla guerra e alla sua preparazione

Una mobilitazione permanente

Questo numero speciale, l’ultimo del 2022, è dedicato agli esiti della Carovana di pace in Ucraina, alla Campagna Obiezione alla guerra, alla Manifestazione nazionale pacifista di Roma, ai 50 anni dell’obiezione di coscienza in Italia. Un fascicolo di Azione nonviolenta da non perdere, che speriamo utile anche come strumento per la Campagna rinnovi abbonamenti per il 2023.

Ci scusiamo con i lettori per il ritardo di uscita di questo numero, ma la mobilitazione permanente contro la guerra, il viaggio in Ucraina, il lavoro straordinario per la manifestazione nazionale del 5 novembre, hanno richiesto un surplus di energie, per forza di cose tolte anche alla uscita tempestiva della rivista.

Durante la nostra permanenza a Kyiv abbiamo approfondito l’amicizia e fatto progetti con i nostri amici nonviolenti ucraini. Avevamo chiesto all’obiettore Sergey Ustimenko un contributo per questo numero della rivista. Ci ha risposto così:

Questa settimana c’è stato il più grande attacco di razzi dall’inizio della guerra, due dei nostri parenti sono stati colpiti da razzi nelle loro case; la madre di Katya, la mia compagna, è stata colpita da diversi razzi al lavoro; un altro suo parente è stato portato al fronte: la sua intera unità è stata uccisa, e lui ha avuto una commozione cerebrale ed ora si trova in ospedale. Katya ha compiuto gli anni questa settimana… L’elettricità è regolarmente interrotta in Ucraina e a Kyiv e, di conseguenza, tutto il resto è interrotto: stufe elettriche per cucinare, boiler elettrici per riscaldare l’acqua, l’approvvigionamento idrico e le fognature funzionano anche grazie all’elettricità, problemi di comunicazione, alcuni anziani non possono scendere con l’ascensore per comprare le medicine o addirittura il cibo. In Ucraina ora sono iniziate le gelate. Anche mio padre ora è in ospedale. A causa dell’interruzione dell’energia elettrica, diventa impossibile lavorare normalmente, guadagnare denaro, molte persone stanno perdendo il lavoro. Scrivo questo per farvi capire che alcune volte non c’è proprio modo di rispondere …

Le sue parole ci dicono quanto i pacifisti ucraini siano dentro la storia, parte integrante del popolo che soffre. In Ucraina sono tante e diverse le voci che si alzano per difendere la propria patria dall’aggressione. Ammiriamo la capacità di resistenza ucraina, che è anche quella messa in atto dai giovani che rifiutano le armi e privilegiano la resistenza civile, la forma praticata dalla maggioranza della popolazione inerme.

Anche in Russia ci sono migliaia di giovani che non vogliono andare a combattere, che rifiutano il servizio militare, che si dichiarano obiettori di coscienza, renitenti alla leva o che disertano. Essi rappresentano il punto debole del regime guerrafondaio di Mosca. A loro va tutto il nostro sostegno.

Olga Smirnova, attivista del gruppo di iniziativa Peaceful Resistance di San Pietroburgo, è in carcere per aver organizzato un’azione pubblica nonviolenta il 6 marzo 2022.

Alexander Belik, coordinatore del Movimento degli Obiettori di Coscienza Russi, sarà con noi in Italia per una serie di iniziative dall’11 al 15 dicembre, anche in occasione della consegna al Quirinale delle dichiarazioni di “Obiezione alla Guerra” della nostra Campagna e del Convegno Nazionale sui 50 anni di obiezione e il Servizio Civile, co-promosso dal Movimento Nonviolento con la Conferenza Nazionale degli Enti di Servizio Civile.

Dei prigionieri per la pace, russi, ucraini e di altri Paesi, pubblichiamo la Lista d’onore, come ogni anno stilata dalla War Resisters’ International: ogni recluta può essere un obiettore di coscienza, ogni soldato un disertore. Aiutiamo chi si rifiuta di uccidere e non vuole morire per la guerra.

Con la Campagna “Obiezione alla guerra” sosteniamo ogni singolo obiettore, dell’una e dell’altra parte: patrioti disarmati che non vogliono odiare la patria altrui.

 

IL DIRETTORE


Azione nonviolenta, 5-6 – 2022 (Anno 59, n. 653-654)

Numero monografico su “Campagna di obiezione alla guerra

Editoriale di Mao Valpiana, Obiezione alla guerra e alla sua preparazione

In questo numero:

Diario di una settimana a Chernivtsi e Kyiv; Stop the war now Obiettivi raggiunti, a cura di Elena Buccoliero; Abbracci, lacrime e tanto lavoro da fare, di Yurii Sheliazhenko; Aprire spazi di dialogo con la società civile ucraina, di Mohamed Ambrosini; 2 ottobre a Chernivtsi, Gandhi contro la bomba, a cura della Redazione; Difendiamo i diritti dei giovani come resilienza alla guerra, intervista a Maryna Isaieva; Se l’Arco della pace tra i popoli diventa dell’amicizia con gli USA, di Fabio Alberti; Agenda di Pace per l’Ucraina e per il mondo intero; La campagna nonviolenta di obiezione alla guerra, di Mao Valpiana; Comunità e gruppi di Emmaus in aiuto di chi obietta alla guerra; La guerra è un treno in corsa, non puoi scendere né fermare, di Don Renato Sacco; Sono un prigioniero di coscienza perché ho conosciuto la guerra, intervista a Ruslan Kotsaba; Obiettare alla guerra nella Russia di Putin, di Elena Popova; L’amore è più forte della guerra: Nastya e Misha; Object War Campaign! A sostegno degli obiettori; Europe for Peace Manifestazione nazionale; Due testimonianze di pace dal palco di piazza San Giovanni, a cura della Redazione; Ambasciatore della nonviolenza e della cultura della pace; Alessandro Bergonzoni funambolo della parola; Enrico de Angelis critico della canzone d’autore; 50 anni di obiezione per la pace e il servizio civile; Pietro Pinna, il persuaso della nonviolenza di Pietro Polito; L’obiezione di un giovane contro quella sporca guerra, di Mario Pizzola; Fare la pace in tempo di guerra, di Mao Valpiana; Lista dei Prigionieri per la Pace 2022; Attenta vigilanza, gli obiettori nella carte del potere costituito, di Andrea Maori .

Rubrica: Preferirei di NO/5

Domenico Sereno Regis: l’obiezione di coscienza, di Pietro Polito

In copertina: Disegno di Mauro Biani

In seconda di copertina: Sommario

In terza di copertina: 2023

In quarta di copertina: Ogni recluta può essere un obiettore di coscienza. Ogni soldato un disertore.

 

Direzione e amministrazione: via Spagna 8, 37123 Verona, tel. e fax 0458009803

(da lunedì a venerdì: ore 9-13 e 15-19)  an@nonviolenti.org  –   www.azionenonviolenta.it

Per abbonarsi ad “Azione nonviolenta” inviare 32 euro sul ccp n. 18745455 intestato al Movimento

Nonviolento, via Spagna 8, 37123 Verona (Iban: IT 35 U 07601 11700 000018745455).

Direttamente dal sito azionenonviolenta.it tramite il bottone E-shop

Abbonamento solo in formato elettronico, 20 euro

È possibile chiedere una copia omaggio, inviando una email all’indirizzo an@nonviolenti.org scrivendo nell’oggetto “copia di ‘Azione nonviolenta’”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.