• 26 Giugno 2022 11:04

Chi è un illuso? l’esercito sgombera i campi profughi siriani in Libano

DiFabrizio Bettini

Lug 25, 2015

dal sito di Operazione Colomba
Akkar, Libano. Negli ultimi giorni l’esercito libanese ha sgomberato 41campi profughi siriani, dove abitavano circa 5300 persone. I siriani sono in fuga da una guerra che sta devastando il loro Paese, in cui non possono tornare. Gli sgomberi violano sia la legge libanese che i diritti umani, sono quindi illegali su tutti i livelli.
Le persone evacuate sono lasciate a loro stesse, e c’è chi non ha altra alternativa che vivere in strada. Intere famiglie con bambini e anziani sopravvivono all’adiaccio, sotto il sole cocente e senza protezioni. Nelle prossime ore sono previsti altri 13 sgomberi, che coinvolgeranno altre 800 persone. Viene dato dai militari un preavviso di 48h allo scadere delle quali il campo deve essere completamente evacuato. Fino ad oggi sono stati sgomberati soprattutto campi situati vicini a grandi vie di comunicazione, ma non é stato rilasciato alcun comunicato ufficiale dall’esercito sulle motivazioni. Anche chi può ancora vivere nella propria tenda si sente minacciato e c’è chi considera anche l’opzione più estrema di emigrare per mare: “ci stanno stringendo un cappio intorno al collo. Da qui ci cacciano e in Siria non possiamo tornare, preferiamo morire in mare che sotto il sole in una strada”.

Ascolto dalla mia calda casa italiana il racconto dei nostri volontari dal Libano e penso alla discussione fatta qualche settimana prima con mio cognato, un normale ventenne “bravo ragazzo” allegro, lavoratore del nord ovest italiano.
Quando, riferendosi, ai profughi che sbarcano sulle nostre coste mi dice che bisognerebbe fare uno sbarramento perchè “qui non c’è posto”, io non c’è la faccio e sbotto. Gli dico che sono persone che fuggono da guerre e povertà e che vengono a prendersi il loro pezzo di sogno di benessere.
Non serve a nulla, mi sento dire che sono un illuso e che voglio cambiare il mondo (io che ho il doppio dei suoi anni) e che tanto non ci riuscirò mai.

Torno con la testa al racconto via skype dei volontari che fanno fatica a sopportare tutto questo dolore (alcuni hanno l’età di mio cognato), parlano di famiglie che vivono sotto un ponte e di altre che pensano ad improbabili viaggi attraverso zone controllate da milizie sanguinarie oppure viaggi in mare dagli esiti incerti e penso a questa cosa. Non sono io che voglio cambiare il mondo, il mondo è già cambiato, il mondo (il nostro) non è più solo bianco, cattolico, nordico e ricco. Il mondo è cambiato le nostre strade sono cambiate e anche noi dobbiamo cambiare. Gli illusi non sono quelli come me o come i volontari di Operazione Colomba che credono in un mondo più giusto e che vorrebbero giustizia e spazio per tutti, gli illusi sono quelli che credono che con i muri e gli sbarramenti si possa fermare la disperazione della gente che vuole vivere meglio e senza paura. Carissimi uomini e donne bianchi,  cattolici,  del nord e ricchi siete voi ad essere degli illusi….non abbiate paura!

Sugli sgombri dei campi profughi in Libano vedere anche
Ansa med: Libano: sgomberati 6mila profughi, famiglie in strada
Redattore sociale: Libano, in una settimana oltre 6 mila profughi siriani sgomberati dall’esercito
L’unico: LIBANO: NICOLETTI, SOS PROFUGHI, SITUAZIONE FUORI CONTROLLO

Fabrizio Bettini

Sono sposato, papà di 3 figli, volontario di lungo periodo in Croazia, in Kossovo, Caucaso e nel conflitto palestinese. Dal 2005 faccio parte della segreteria di Operazione Colomba e coordino dall'Italia la nostra presenza, prima il Kossovo (fino al 2010) e poi l'Albania (dal 2010).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.