• 28 Settembre 2022 2:39

EBCO, il 5 settembre gli obiettori d’Europa si incontrano ad Helsinki. Partecipano rappresentanze delle delegazioni pacifiste russe e ucraine.

DiRedazione

Ago 25, 2022

Conferenza stampa organizzata dall’Ufficio europeo per l’obiezione di coscienza (EBCO), di cui il Movimento Nonviolento fa parte, e dall’Unione degli obiettori di coscienza (AKL) presso la Biblioteca centrale di Helsinki Oodi e in streaming il 5 settembre, dalle 10 alle 11.

Le organizzazioni pacifiste e nonviolente chiedono ai governi europei di garantire la tutela dei diritti umani agli obiettori di coscienza nella guerra di aggressione lanciata dalla Russia. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha anche esortato i Paesi dell’UE a trovare il modo di offrire asilo ai disertori russi che si rifiutano di andare in guerra.

Un avvocato del Movimento russo degli obiettori di coscienza (MCO) sarà presente all’evento per spiegare la situazione degli obiettori di coscienza nel suo Paese e il suo lavoro per aiutare gli obiettori di coscienza e i disertori russi. E gli uomini ucraini hanno la possibilità di rifiutarsi di combattere? Il Segretario esecutivo del Movimento Pacifista Ucraino (UPM) risponderà in diretta alle domande da Kiev.

L’EBCO, insieme ad altre quattro organizzazioni, ha rivolto un appello al Parlamento europeo e all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), chiedendo ai governi europei di fornire protezione dei diritti umani agli obiettori di coscienza e ai disertori russi che si rifiutano di combattere nella guerra di aggressione della Russia, senza dimenticare gli obiettori di coscienza bielorussi e ucraini. L’appello è sostenuto da circa 60 altre organizzazioni per la pace, i diritti umani e i rifugiati di tutta Europa.

Nel contesto delle guerre scoppiate in Jugoslavia, il Parlamento europeo e la PACE hanno firmato risoluzioni che riconoscono la protezione degli obiettori di coscienza. Le organizzazioni per la pace chiedono un accordo simile per proteggere gli obiettori di coscienza e i disertori della guerra di aggressione lanciata dalla Russia contro l’Ucraina. L’appello sarà presentato a Helsinki dalla presidente dell’EBCO Alexia Tsouni.

Alexander Belik, avvocato del Movimento russo degli obiettori di coscienza (Движение сознательных отказчиков от военной службы), sarà presente all’evento. Parlerà della situazione degli obiettori di coscienza e dei resistenti alla guerra russi e del lavoro del movimento che rappresenta. Belik fornisce consulenza e assistenza legale agli obiettori di coscienza russi da Tallinn, con il sostegno dell’Unione finlandese degli obiettori di coscienza.

Yurii Sheliazhenko del Movimento Pacifista Ucraino (Український Рух Пацифістів) parla a distanza della situazione degli obiettori di coscienza in Ucraina dopo l’attacco russo.

Derek Brett, a nome dell’EBCO, presenterà brevemente l’ultimo Rapporto annuale dell’EBCO sull’obiezione di coscienza al servizio militare in Europa e farà riferimento alle norme europee e internazionali in materia.

La conferenza stampa sarà moderata da Sam Biesemans, vicepresidente dell’EBCO.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.