• 1 Luglio 2022 0:50

Filastrocca dell’occhio nero della mamma

DiElena Buccoliero

Ott 20, 2015

Non lo so se è proprio vero,

lei m’ha detto questa volta

che ha sbattuto nella porta.

S’era fatta ancor più male

scivolando sulle scale.

Una cosa non mi piace:

babbo strilla e mamma tace.

Un agente è stato qui,

lunedì, poi martedì…

Fino al sabato è tornato

l’ispettore ed il tenente

e la mamma gli ha giurato

che non è successo niente.

Lei dev’esser proprio buona

– a me sembra di capire –

se ogni volta lo perdona

con il rischio di morire.

Ora il giudice in udienza

vuol saper la verità,

lo ripete con veemenza,

lo ripete a sazietà.

Dice che io son bambino

e i bambini, per decenza,

han diritto d’imparare

cose belle e non violenza.

“Son caduta per errore”,

dice mamma al magistrato

Sì, lo sbaglio dell’amore…

Lui capisce – ma è spiazzato.

Il mio babbo ormai non cambia,

mamma non lo cambierà.

Ho paura, e pianto, e rabbia…

Chissà come finirà!?

Elena Buccoliero

Faccio parte del Movimento Nonviolento dalla fine degli anni Novanta e collaboro con la rivista Azione nonviolenta. La mia formazione sta tra la sociologia e la psicologia. Mi occupo da molti anni di bullismo scolastico, di violenza intrafamiliare e più in generale di diritti e tutela dei minori. Su questi temi svolgo attività di formazione, ricerca, divulgazione. Passione e professione sono strettamente intrecciate nell'ascoltare e raccontare storie. Sui temi che frequento maggiormente preparo racconti, fumetti o video didattici per i ragazzi, laboratori narrativi e letture teatrali per gli adulti. Ho prestato servizio come giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna dal 2008 al 2019, e come direttrice della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati dal 2014 al 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.