Francesco leader e profeta

Francesco leader e profeta

Ho pianto di gioia e di commozione leggendo queste parole di ieri di papa Francesco. Sta diventando leader mondiale di umanità e giustizia. Non per nulla viene dall’America Latina, una delle terre umane più feconde nel momento storico presente. Viene da da un cristianesimo di liberazione e fraternità.

Non è soltanto papa di una chiesa e di una religione. Parla in termini di verità, di vera umanità. Ed è profeta: il profeta non è un indovino, né un mago: profeta è chi dice le parole dimenticate o soppresse, le parole che mancano, le parole dei poveri e delle vittime, le parole che, per bocca degli umili, vengono dall’alto. Ascoltare, accogliere, proseguire e vivere queste parole è opera rivoluzionaria di libertà, giustizia, umanità; è cultura e politica; è umanesimo; è vangelo.

Ha parlato il 28 ottobre, data infausta e fausta: infausta in Italia dove, nel 1922, si impose con la violenza il fascismo; fausta nella chiesa e nel mondo, nel 1958, quando fu eletto papa Giovanni. E’ lo spirito semplice e vivissimo di papa Giovanni, che, in linguaggio adeguato (“aggiornato”, direbbe lui), ritorna oggi a incoraggiare il mondo smarrito e confuso verso un cammino di vera umanità, di verità. Il discorso di ieri di Francesco mi ha commosso di esultanza e gratitudine proprio come la Pacem in terris nel 1963.
Lui stesso dice che sembrerà comunista. E’ infatti leader di un “beni-comunismo” giusto e nonviolento, atteso dai poveri – e da Dio che ispira tutte le spiritualità –  nel crudele e spento mondo della dittatura del denaro sulla vita.

Francesco fa appello e dà riconoscimento ai movimenti umani dal basso. Alcuni di noi impegnati come possiamo in tali movimenti hanno auspicato un “movimento dei movimenti” nel mondo. Questo appello di Francesco aiuterà tale costruzione di vita, umanità, liberazione e giustizia-pace.

Ringraziamo e impegniamoci.

Enrico Peyretti, 29 ottobre 2014

Leggi qui il testo del discorso tenuto da papa Francesco

Tagged with

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Ricordiamo i morti per amore dei vivi »

Politicamente scorretto

Mao Valpiana di Mao Valpiana


Simboli buoni »

Connessioni e frizioni

Adel Jabbar di Adel Jabbar


La lunga paralisi dell’Iraq »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Addio 2020 - stato e società nella pandemia »

Consigli di lettura

Enrico Pompeo di Enrico Pompeo


Consiglio di lettura n. 36 »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Bisogna vedere nella testa dell'altro »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

Nicola Canestrini di Nicola Canestrini


SLAPP, ceffoni (giudiziali) a chi osa criticare: quali rimedi? »

Specchio riflesso

Roberto Rossi di Roberto Rossi


La scuola come desiderio »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


Sollevare un ginocchio di qualche centimetro »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »