Sardegna: La nonviolenza inizia con la natura

Sardegna: La nonviolenza inizia con la natura

Come Nonviolenti siamo in piena sintonia con i ragazzi e i giovani del Fridays for Future, che vogliono che si cambi l’attuale rapporto di predazione delle risorse della natura, per diminuire le emissioni di CO2 che asfissiano il pianeta e che provocano effetto serra e cambiamenti climatici, fino a mettere in pericolo la sopravvivenza di molte specie viventi, quella umana compresa.

Chi infatti continua a credere alle salvifiche doti della tecnologia, dovrà arrendersi all’evidenza di un ’ecosistema planetario che non può darci risorse illimitate. Ne stiamo consumando globalmente ogni giorno quasi il doppio di quelle che il sistema biologico può sopportarne. Ma chi ne trae profitto sono pochissime famiglie in tutto il globo, le multinazionali che intercettano la distribuzione delle merci, che globalizzano le produzioni, delocalizzando e robotizzando, sempre con la benedizione delle grandi banche, a cominciare dalla Banca Mondiale e dal Fondo Monetario Internazionale. Le guerre reali e anche le esercitazioni nei poligoni militari producono un livello di inquinamento oltre ogni soglia tollerabile.

Per tornare ad essere in sintonia con la Natura e riuscire almeno a temperare e limitare le tante piccole e grandi catastrofi già innescate (pensiamo solo al nucleare) non abbiamo altra scelta che invertire subito la rotta. Stop immediato ai combustibili fossili, come l’antico carbone, il vecchio petrolio e l’anziano metano. E fermiamo anche il nuovo assalto all’aria che respiriamo: quello delle onde elettromagnetiche e del nuovo 5 G. Ricordiamo ancora che una delle maggiori fonti di inquinamento globale è la guerra e che ogni esplosione di una bomba libera metalli pesanti e talvolta radioattivi nell’aria e a al suolo.

LA LOTTA PER LA PACE E QUELLA CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI SONO LA STESSA!

Limitando drasticamente le folli spese per armamenti e basi militari, potremo liberare risorse per uno sviluppo più giusto, più lento, più solidale e sostenibile.

Il 2 ottobre, cinquantenario della nascita di Gandhi, partirà da Madrid la 2^ Marcia mondiale per la Pace e la Nonviolenza: vi invitiamo tutt* per quella data alle 17,30 alla MEM di Cagliari per l’inaugurazione della mostra 100 ANNI DI PACE. La mostra sarà visitabile fino al 9 ottobre, giornata conclusiva che sarà dedicata alle testimonianze della lotta nonviolenta di Pratobello (Orgosolo) del 1969.

Carlo Bellisai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

Daniele Lugli di Daniele Lugli


Prete operaio e altro ancora »

La mafia non è un cancro...

Vincenzo Sanfilippo di Vincenzo Sanfilippo


Mafie: tante vie per capire »

Politicamente scorretto

Mao Valpiana di Mao Valpiana


Lettera aperta a Greta Thunberg »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

Carlo Bellisai di Carlo Bellisai


Sardegna: La nonviolenza inizia con la natura »

Specchio riflesso

Roberto Rossi di Roberto Rossi


Papà Mario e la sua lotta »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

Mauro Presini di Mauro Presini


Dalle telecamere a scuola alla telescuola in camera? »

La domenica della nonviolenza

Peppe Sini di Peppe Sini


Ricordando Piero Pinna »

"Nonviolenza: la via della Pace"

Enrico Peyretti di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

Fabrizio Bettini di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »