Tragedie dei giorni

Tragedie dei giorni

Le guerre dell’altro ieri, fino ad oggi, sulle città e le popolazioni: chi adora la potenza odia la vita.

Le guerre producono oggi le migrazioni tragiche.

L’industria criminale delle armi produce volutamente le guerre.

I ricchi, con cuore di ghiaccio, e ricche case deserte, respingono i poveri.

Paghiamo oggi i mali di ieri.

Pagheremo domani i mali di oggi.

Oppure sorgerà un filo di antica-nuova sapienza?

 

Enrico Peyretti

Tagged with

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RUBRICHE

c’era una volta… e ora?

di Daniele Lugli


Cominciare con gli alberi »

Incontrando persone, vivendo il presente

di Giorgio Gatta


RITORNO AL FUTURO »

PASSI : dalla Sardegna e oltre...

di Carlo Bellisai


Sulle forme di lotta antimilitariste »

"Si scrive Scuola Pubblica, si legge Democrazia"

di Mauro Presini


Dieci domande scomode da fare a Babbo Natale »

Diritto di Critica

https://twitter.com/CanestriniLex

di Nicola Canestrini


Diritti, l'unico vaccino per la democrazia »

Politicamente scorretto

di Mao Valpiana


Sul caso Riace, dei mezzi e dei fini »

Specchio riflesso

di Roberto Rossi


La scuola come desiderio »

"Nonviolenza: la via della Pace"

di Enrico Peyretti


Recensione: Un cristianesimo non innocente »

Sforzi di Pace

di Fabrizio Bettini


Pazzi e bugiardi »