• 8 Dicembre 2022 23:16

Microbiografie 24 / Il metodo di Karima

DiGiorgio Maghini

Mag 2, 2018

cita Musil e scrive: «Il punto in cui Musil s’avvicina di più a una proposta di soluzione è quando egli ricorda che esistono “problemi matematici che non consentono una soluzione generale ma piuttosto soluzioni singole che, combinate, s’avvicinano alla soluzione generale” e pensa che questo metodo s’adatterebbe alla vita umana.»

È domenica pomeriggio, e in parrocchia c’è una festa di compleanno.
Una bambina compie dieci anni e ha invitato tutte le sue amiche. “Maschi no, perché sono troppo confusionari…”.
Il pomeriggio si avvia alla fine, e arrivano le pizze.

Mandibole che lavorano, e tante – tante! – chiacchiere.

Tra le amiche della festeggiata c’è Karima.
Con la bocca piena di pizza e l’apparecchio ortodontico in piena vista, Karima si rivolge alla sua vicina, Anna, e le dice: “Secondo me è meglio che tu e Gabriele vi siate lasciati… [pausa] Scusa se te lo dico, ma un’amica dev’essere sincera”.

Ecco il mondo di domani che cresce.
E non è questione di progetti di integrazione o di sapienti analisi socio-antropologiche,

Ancor di più: alla faccia di quei poveri infelici che si ostinano a suscitare la paura del diverso e a accendere il fuoco della paura di una “invasione”, questa è l’Italia di domani che sta lentamente nascendo, ed è bellissima.

Tante chiacchiere di bambine: “un metodo che s’adatterebbe alla vita umana.”

Giorgio Maghini

Pedagogista e counsellor ad indirizzo sistemico-relazionale. Si occupa attualmente dell’ufficio comunicazione della Istituzione per i servizi educativi del Comune di Ferrara. Obiettore di coscienza, è stato Insegnante di sostegno e, in seguito, coordinatore pedagogico nella scuola dell’infanzia. Attualmente coordina un gruppo di Insegnanti di Religione, coi quali riflette sulla comunicazione della spiritualità nel mondo multiculturale. Ha insegnato "Teorie della comunicazione” all’Istituto di Scienze Religiose di Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.