• 6 Dicembre 2022 7:37

Cartolina da At-Tuwani

DiMassimiliano Pilati

Mag 9, 2014

L’esercito israeliano e un nutrito gruppo di coloni nazional-religiosi occupano in maniera illegale le terre delle famiglie del villaggio.

Soprusi, vessazioni, arresti arbitrari sono la quotidianità per i palestinesi che vivono ad At-Tuwani e nei villaggi limitrofi.

Dal 2000, le famiglie della zona hanno fatto una scelta radicale. Contro la violenza dell’occupazione, i pastori palestinesi hanno deciso di percorrere la tortuosa strada della resistenza nonviolenta, che, con lo scorrere del tempo, sta mostrando risultati insperati.

Una serata di testimonianze, proiezioni e letture dalle Colline a sud di Hebron che vuole provare a dare una risposta concreta ad una questione aperta e su cui riflettere. Praticare la nonviolenza può davvero essere il veicolo trainante la trasformazione del conflitto israelo-palestinese?

_______________________________________________

Pace per Gerusalemme, Operazione Colomba (Ass.ne Comunità Papa Giovanni XXIII) in collaborazione con Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani

presentano

Resistenza nonviolenta e trasformazione del conflitto: il villaggio di At-Tuwani
(Edizioni Accademiche Italiane, 2013)

Ne discute l’autore

Tommaso Vaccari

con
i volontari di Operazione Colomba e di Pace per Gerusalemme.

Operazione Colomba, Corpo Nonviolento di Pace, vive e lavora nel villaggio dal 2004. Pace per Gerusalemme ha recentemente organizzato un percorso formativo intitolato “Troppa Storia in Troppo Poca Geografia” attraverso il quale nello scorso febbraio dieci giovani hanno potuto visitare numerose realtà palestinesi e israeliane, tra cui il villaggio di At-Tuwani.

giovedi 15 Maggio 2014 ore 18:00 Cafè de la Paix
Passaggio Osele 6/8, Trento

Per maggiori informazioni:

www.operazionecolomba.it
http://pacepergerusalemme.wordpress.com/
www.forumpace.it

Massimiliano Pilati

Vivo a Lavis, in Trentino con mia moglie Francesca e le mie figlie Margherita e Anna e le gatte Zoe e Titù. Sono agronomo e lavoro nel campo dell'agricoltura biologica, cosa che mi permette di vedere anche gli angoli rurali più nascosti della nostra splendida regione. A Lavis, dove vivo, ho fondato e partecipato per vari anni alle attività di “Impronte – laboratorio di Partecipazione”, un contenitore con il quale cercavamo di essere attive/i sul territorio. Sono attivista e membro del direttivo nazionale del Movimento Nonviolento, associazione fondata da Aldo Capitini per la quale, tra le altre cose, sono responsabile del sito azionenonviolenta.it e dei suoi social media. Sono Presidente del Forum Trentino per la pace e i diritti umani e membro del Consiglio di Amministrazione del Centro per la Cooperazione Internazionale di Trento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.